Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\SiteApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/as002034/params.php on line 11 Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\CMSApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/libraries/src/Application/SiteApplication.php on line 275 Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\SiteApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/as002034/params.php on line 27 Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\CMSApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/libraries/src/Application/SiteApplication.php on line 275

 

La decadenza dell'intellettualità nel mondo moderno, come non avrebbe potuto generare il più spaventoso caos sociale? Non più di quanto non si interessi alle scoperte scientifiche come tali, Guénon non può interessarsi alle contingenze politico-sociali se non vedendo in esse "dei semplici segni esteriori della mentalità di un'epoca".
Ma considerati sotto questa angolatura, i fatti politici e sociali testimoniano singolarmente quel misconoscimento dei principi che mostrano la scienza e la filosofia, ciascuna al rispettivo livello.

Guénon nota in primo, luogo che la nozione di casta è diventata completamente estranea alla mentalità moderna. Gli uomini d'oggi ignorano che certi principi devono regolare l'accesso all'una o all'altra funzione determinata. Così misconoscono "il solo fattore che dovrebbe contare in un simile caso: le differenze di natura tra gli uomini".
Il mondo moderno non riconosce più queste differenze, ma le rifiuta in nome dello pseudo principio dell'uguaglianza. Ora "il pregiuduzio chimerico dell'uguaglianza è inconciliabile con i fatti più solidi, nell'ordine intellettuale come nell'ordine fisico: è la negazione di ogni gerarchia naturale, ed è l'abbassamento di ogni conoscenza a livello dell'intendere limitato o volgare".

In nome di questo pregiudizio - e sarebbe troppo facile dimostrarne l'assurdità, non fosse che mostrando che due entità non possono essere "allo stesso tempo veramente distinte e interamente simili tra di loro sotto tutti i rapporti" - è stata imposta un'informazione completa in tutti i campi, "ad esempio impartendo a tutti un insegnamento identico come se tutti fossero ugualmente adatti a capire le stesse cose, e come se per percepirle convenissero a tutti gli stessi metodi".

L'istruzione obbligatoria ha per risultato di impedire la costituzione di élite e di creare legioni di semidotti, dalla mente "ingombra di false idee, spesso incrollabili".

Sarebbe meglio la pura e semplice ignoranza: l'ignorante per lo meno conserva la possibilità di apprendere quando gliene capiti l'occasione; può possedere un certo naturale buon senso che, unito alla coscienza che egli abitualmente ha della sua incompetenza, è sufficiente ad evitargli parecchie stupidaggini.
L'uomo semi-istruito, al contrario, ha quasi sempre una mentalità deformata, e ciò che egli crede di sapere gli dà una tale sufficienza che immagina di essere in grado di parlare di tutto indistintamente e lo fa a vanvera, ma tanto più facilmente, quanto più è incompetente: tutte le cose appaiono così semplici a chi non capisce nulla!

(Paul Sérant - René Guenon)