Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\SiteApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/as002034/params.php on line 11 Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\CMSApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/libraries/src/Application/SiteApplication.php on line 275 Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\SiteApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/as002034/params.php on line 27 Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\CMSApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/libraries/src/Application/SiteApplication.php on line 275

Lo Yoga è innanzitutto immobilità. Non bisogna desistere dal dirlo soprattutto in Occidente dove ha tendenza a divenire una semplice ginnastica al rallentatore. Tuttavia confondere immobilità con passività è un errore...che l'occidentale commette volentieri!
Lo Yoga non può sviluppare tutte le sue potenzialità che in questa rigorosa immobilità in cui il corpo accetta l'asana e lascia ostentare il suo dinamismo.
Poiché dietro questo schermo dell'immobilità si nasconde un dinamismo tanto più intenso quanto meno si manifesta esteriormente. Questo dinamismo è il respiro.
Le posizioni sono degli atteggiamenti del corpo vivificati dal respiro. Una volta acquisita l'immobilità, spetta al respiro animarla. E viceversa, ciò è possibile al respiro grazie proprio all'immobilità.
Se è vero che per respiro bisogna intendere ciò che intendono gli yogi, cioè le energie vitali e non soltanto la concezione restrittiva di "respirazione", ciò non di meno il controllo delle energie vitali si realizza per primo attraverso il conrollo della respirazione.

Infatti le asana non sono degli atteggiamenti corporei ai quali la respirazione bene o male si sovrappone; ma ben al contrario si strutturano e si articolano attorno alla respirazione, che ne è per eccellenza il centro vitale.
Una seduta di yoga è, quindi, un susseguirsi ininterrotto di respirazioni controllate con posizioni e non il contrario. Le asana sono delle perle, ma per formare una collana, devono essere attraversate e riunite da un filo, che ne è per eccellenza il centro vitale.

(André Van Lysebeth - I miei esercizi di Yoga)

Iscriviti alla nostra Newsletter

compila i campi sottostanti, compresa la risposta anti-spam

Anti-Spam: Quante sono le dita di una mano? (scrivilo in lettere)