Strict Standards: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/as002034/params.php on line 11 Strict Standards: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/libraries/cms/application/site.php on line 272 Strict Standards: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/as002034/params.php on line 27 Strict Standards: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/libraries/cms/application/site.php on line 272

“...Immaginiamo che la macchina di Wells per risalire il tempo ci metta, duemila anni prima della nostra epoca, alla presenza di uno Yogi. 
Figuriamoci di descrivergli la nostra civiltà con gli aeroplani, il telefono, la radio, la televisione, gli aspiratori, i frigoriferi, le auto senza dimenticare i satelliti e i razzi spaziali, mettendoci pure le lampadine tascabili, i cervelli elettronici, i tram e i frullatori, 'dimenticando' però di parlargli dell'elettricità: egli si farebbe un'idea assai falsa della nostra civiltà.

Non comprenderebbe nulla del suo motore essenziale, di quell'energia elettrica che anche noi dimentichiamo, a meno che non ci capiti una interruzione di corrente!

Allo stesso modo ignorare o misconoscere l'esistenza del Prana, della sua azione sul nostro organismo, il modo di immagazzinarlo, di dirigerlo secondo la nostra volontà, significa ignorare il vero yoga.
Non c'è dubbio che è possibile praticare gli asana senza preoccuparsi del prana in quanto, in una determinata misura, le posture assicurano quasi automaticamente l'equilibrio pranico senza che l'adepto se ne debba preoccupare. 
Ma, dopo un certo periodo di pratica, questi tocca il soffitto.

Non appena acquisita la tecnica delle posizioni, se si vuole progredire, occorre oltrepassare lo stadio dell'esecuzione puramente meccanica e materiale degli asana e di altri esercizi yoghici per passare a quello del Pranayama...”.

 

André Van Lysebeth: "Pranayama, la dinamica del respiro"